DELLA RAGION POETICA – Raffaele Gaetano.it

DELLA RAGION POETICA

DELLA RAGION POETICA
Edizione, introduzione e commento a cura di Raffaele Gaetano

Vi sono scrittori che ci hanno lasciato poche pagine, intense e fiammeggianti, prima di dileguarsi nel minimo e nell’insignificante. Altri, come Gian Vincenzo Gravina, con una cospicua produzione, distribuita tra teoria giuridica e letteraria, tra poesia e tragedia, sembrano rintuzzare ogni damnatio memoriae. Con questo non si vuole dire che egli sia uno dei grandi innovatori e motori della letteratura e della filosofia tra ’600 e ’700. I suoi riferimenti principali, al di là dei motivi cartesiani, non hanno nomi altisonanti. Certo intellettuali come Muratori e trattati redatti con una prosa comunicabile e comprensibile, quali Della perfetta poesia italiana, hanno lasciato tracce più tangibili; inoltre l’estetica di Gravina dà spesso luogo a fughe troppo didascaliche e in più casi appare ambiguo il rapporto tra ragione e fantasia. Ma, come ben argomenta Raffaele Gaetano nel suo saggio introduttivo, lo spirito altero mai piegato alla cultura dominante, il tentativo di gettare ponti tra il classismo e il razionalismo, la lotta contro ogni specie di passività morale e intellettuale, la profonda fiducia nella capacità liberatrice della ragione di contro alla pedanteria e all’archeologia culturale, ne hanno fatto, specie nel XVIII e XIX secolo, un importante riferimento al quale molti, da Locke a Montesquieu, da Rousseau a Monti, da Di Breme a Foscolo, a Leopardi, hanno guardato con ammirata attenzione.

Autore Gian Vincenzo Gravina
Anno 2006 , Editore Rubbettino
Pagine XVIII + 184 , Isbn 9788849815726

LEGGI ANCHE...

PIETRO ARDITO. SACERDOTE, LETTERATO, ESTETICO

Pietro Ardito ha rappresento una personalità alta e riconoscibile della cultura calabrese del secondo ’800, capace con la sua articolata proposta (in parte ancora...


Estetica di lettere ed arti belle

Chi legge l’Estetica di Lettere ed Arti belle di Domenico Anzelmi avverte subito una sensazione: il suo autore non persegue clamorose fughe teoretiche, non è un...

Autore Domenico Anzelmi
Anno 2003
Editore Rubbettino
Isbn 9788849806052